La Macchia a “LA MACCHIA”

0
3014
La Macchia, assolamacchia, protocollo intesa, parco della macchia

L’Associazione Culturale “La Macchia” presenta ufficialmente la sua candidatura al bando pubblico per la gestione dei Parchi di Sezze.

Quella del Parco dei Cappuccini sarà una gestione “green”, se affidata all’Associazione, con la quale vengono riscoperti i valori naturali di un parco addormentato: diversi percorsi tra piante e fiori, aule all’aperto, giochi, giornate didattiche.

Il punto di forza della proposta è l’incontro tra diverse generazioni, infatti una parte del progetto parla dei super nonni che metteranno a disposizione tutto il loro sapere per le nuove generazioni che stanno crescendo. La gestione de “La Macchia” alla macchia porterebbe un altro grande successo, infatti l’associazione ha firmato due protocolli di intesa con due realtà veramente importanti del paese ovvero l’I.S.I.S.S. Pacifici e De Magistris (istituto superiore fronte stante il parco) e l’Istituto Comprensivo Sezze- Bassiano (scuole elementari e medie statali), entrambe accolgono all’incirca 2000 studenti tra i 6 e i 20 anni e hanno creduto sin da subito nella forza del progetto affidando così una minima parte dell’educazione dei propri studenti all’associazione.

I protocolli d’intesa firmati, avvieranno una collaborazione sempre più attiva tra l’associazione e ragazzi del territorio, un vero ringraziamento vanno ai Dirigenti Scolastici Dott.ssa Anna Giorgi e Dott.ssa Fiorella De Rossi, per la loro massima disponibilità e grande voglia di creare un nuovo gruppo di lavoro.

Più che un progetto di riqualificazione si può definire “un percorso di riqualificazione” che vede le scuole parte attiva del progetto stesso,ma non esclude, anzi implica all’interno tutta la cittadinanza a vivere il parco. L’associazione punta infatti a riqualificare un parco di così tanta importanza storica formando chi ci passa, per poi lasciarlo in consegna alle nuove generazioni che ne custodiranno i preziosi frutti. Insomma che dire, finalmente un parco vissuto come si dovrebbe: a tutto tondo e a portata di tutti. Sperando che non sia solo un sogno ma anche la realtà, attendiamo gli esiti del bando di concorso.